Cos’ è la fotoresistenza?

Cos' è la fotoresistenza

Hai mai visto le auto che appena vanno in galleria le luci si accendono? Oppure l’ hai visto in un inseguitore solare? Tutti questi “progetti” usano la fotoresistenza che adesso ti spiegherò in maniera facile.

Cosa sono le Fotoresistenze?

 

La fotoresistenza (o fotoresistore) è un componente elettronico la cui resistenza è inversamente proporzionale alla quantità di luce che lo colpisce. Si comporta come un tradizionale resistore, ma il suo valore in ohm diminuisce a mano a mano che aumenta l’intensità della luce che la colpisce, in poche parole più luce c’è e più diminuisce la sua resistenza. In poche parole è una specie di potenziometro perchè varia la sua resistenza Questo componente è utilizzato anche per la realizzazione di crepuscolari per l’ esterno (circuiti che permettono di accendere una o più luci al calare del sole ). Le fotoresistenze possono avere due valori (INDICATIVI)

  • Valore al buio = Qualche MΏ;
  • Valore di luce: intorno al KΏ.

Tipi di fotoresistenza

Ci sono molti tipi di fotoresistenza o sensore di luce.

  • Classico
  • Sensore di luce su pcb
  • Sensore smd

Nei prossimi articoli vedremo come utilizzarlo per accendere un led e piano piano riusciremo a “controllarlo” con Arduino.

Questi sensori di luce si possono usare per molti scopi:

Ad esempio nella propria auto, per accendere un faretto appena si fa scuro, Creare un robot con arduino che segua i punti luce, creare un inseguitore solare e molto altro. Diciamo che la fotoresistenza ha molti utilizzi.

Qual’ è il simbolo elettrico della resistenza?

Negli schemi elettrici si usano questi due tipi di simboli. Prossimamente vedremo i software per creare pcb e schemi elettrici. Insieme faremo piccoli circuiti molto utili nella vita di tutti i giorni come un faretto che appena “rileva” il buoio accenda una lampadina oppure che controlli un relè e via dicendo.

 

Clicca qui per tornare alla pagina degli articoli

Write a comment